Leggendo in cucina: La minestra di Picasso

Leggendo in cucina

lunedì 20 aprile 2015

La minestra di Picasso

Pablo Picasso, La pentola smaltata Bisognava sapere quante minestre di pollo aveva cucinato Ida in un’ottantina di anni per poter apprezzare il modo in cui stava preparando quella; così come bisogna sapere che Picasso era capace di disegnare con precisione fotografica, per poter autenticamente apprezzare il suo cubismo. Perché a prima vista tutto sembrava fatto a casaccio, nella pentola o sulla tela, poco curato, immaturo: in fondo, anche un imbecille poteva scartare un pollo e seppellirlo nell’acqua sotto una sporta di carote, cipolle e sedano, no? Ma era lo spettatore che doveva essere educato.
Nora Seton riassume in poche righe quello che milioni di “persone che cucinano” (no, non di “cuochi” o addirittura di chef ) sanno, ma di cui non parlano perché per loro è ovvio. Dopo tante ripetizioni, il tuo corpo si muove in cucina come se seguisse una partitura musicale tutta sua, una sinfonia silenziosa. Le mani sbucciano, tritano, dosano, versano senza che tu ci pensi razionalmente, eppure tutti i movimenti seguono la successione giusta, in un’eleganza fatta di essenzialità. A un osservatore esterno sembrerà un insieme di gesti casuale, ma quanta esperienza, quante prove, quanti ricordi ci sono nel passato prossimo e remoto un semplice brodo? Questa può essere una chiave per capire come mai tante persone trovino rilassante cucinare. C’è il calore degli affetti famigliari (la minestra di quando eri bambino), c’è la rassicurazione della ripetitività (quella che fa guardare sceneggiati TV da mille episodi o seguire la partita tutte le domeniche), c’è il gusto del “saper fare bene” qualcosa, c’è l’obiettivo concreto del preparare qualcosa di buono, la gratificazione finale. Il bello e il buono. E per te, cosa c’è dietro la svagata eleganza di una minestra?
Brano tratto da Nora Seton, Il circolo della cucina , Rizzoli, Milano 2000, pag. 155. a 07:17 Invia tramite email Postalo sul blog Condividi su Twitter Condividi su Facebook Condividi su Pinterest Etichette: Arte , Cucina , Minestra , Romanzi

Nessun commento:

Posta un commento

Post più recente Post più vecchio Home page Iscriviti a: Commenti sul post (Atom)

Follow by Email

Pagine

Home page Magia e spazzatura. Un viaggio attraverso la geografia delle parole

La dieta italiana dei gruppi sanguigni


Come intrecciare salute e piacere, sfruttando tutta la ricchezza della tavola italiana

Le ricette della dieta italiana dei gruppi sanguigni


Dalla spesa alla tavola, il metodo in pratica: 120 ricette con varianti e menu

La teoria in formato tascabile


Il Rinascimento in Italia


Il Barocco in Italia


Il Barocco in Europa


Archivio blog

2018 (3) maggio (1) aprile (1) marzo (1) 2017 (1) settembre (1) 2016 (3) novembre (1) agosto (1) aprile (1) 2015 (10) giugno (1) aprile (3) Escoffier o Bridget Jones? La Terra siamo noi La minestra di Picasso febbraio (2) gennaio (4) 2014 (24) dicembre (4) novembre (1) ottobre (2) settembre (2) agosto (6) luglio (1) giugno (2) aprile (4) marzo (1) febbraio (1) 2013 (11) novembre (3) ottobre (8)

Etichette

Romanzi Multisensorialità Scienza Eventi Socialità Saggi Spazio cucina Tradizioni Dieta italiana Ecologia Ricette dieta italiana Spesa Antistress Cucina Design Chef Erbe aromatiche Giappone Biblioteche Biodiversità Cioccolato Francia Multiculturalità Antropologia Api Arte Bambini Bibliografie sul cibo Bon ton Caffè Cefalea Colazione Comicità Crampi Diete Formaggio Frutta secca Frutti ed erbe spontanei Guide Hygge Insonnia Legumi Magia Magnesio Mandorle Menopausa Menzogne Milano Minestra Osteoporosi Pesca Polenta Psicologia Regali Ricetta Sali minerali Spezie Teatro Zenzero stress
Leggendo in cucina di Emma Muracchioli è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Unported .

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.

Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo via email.

Tutti i contenuti di leggendoincucina.blogspot.it possono essere utilizzati, previa nostra autorizzazione, da altre testate o siti internet, giornali o televisioni a patto di citare sempre Leggendo in cucina come fonte e inserire un link visibile a leggendoincucina.blogspot.it .

Cerca nel blog

Wikipedia

Risultati di ricerca
Tema Filigrana. Powered by Blogger .
Posted 28 Comments